Alessandro Bazan - 15 o 20 quadri cucinati

  • Opere
  • Guarda la mostra
  • Sfoglia il Catalogo
next
prev

Opening: lunedì 1 dicembre  ore 18

Durata: dal 2 dicembre al 15 febbraio 2015

Orario: da martedì a sabato - 11am |19 pm


Con questa nuova mostra Alessandro Bazan, presenta una ventina di opere, pitture a olio e disegni di vario formato, pensate per Nuvole. Per dire che cosa? Già nel titolo che Alessandro ha dato a questa mostra c’è una risposta e c’è il suo carattere: la sua ironia, la sua apparente leggerezza -  che sappiamo però nascondere una profonda malinconia saturnina - e il suo modo di vedere e di ‘usare’ la pittura. Perché la pittura si cucina, nel senso che i colori s’impastano, le pennellate si susseguono, lente o veloci, in un procedimento che gestualmente ha molte assonanze appunto con il cucinare. I 15 o 20 quadri cucinati da Bazan,  non sono però certo un prodotto che si consuma, ma restano reperti nei quali il pensiero si è composto e si manifesta per rimanere duraturo nel tempo.

Questi quadri raffigurano tavole imbandite, convivi, botteghe stracolme di cibi: una rappresentazione del reale ‘gastronomico’ che è insieme dimensione psicologica dell’animo, tra desiderio di vita e paura dell’esistere.

La storia dell’arte abbonda di esempi di pittori e scultori che hanno rappresentato il convivio nelle sue varie declinazioni. E nel guardare queste opere di Bazan è facile ricordare il famoso quadro di Pieter Brueghel The Battle of Carnival and Lent  nel quale il campo visivo è disseminato di oggetti commestibili, contenitori, carretti, corpi che si muovono ansiosi e brulicanti come nella scena di un film, in un’epoca nella quale il cinema non esisteva ancora.  A guardar bene i convivi di Alessandro esprimono la stessa conflittualità,  accentuata dalla medesima scelta prospettica, e la stessa tensione, nel costruire questa volta però, in un’epoca – la nostra – invasa dalle immagini in movimento, un ‘fermo immagine’ che arriva come una risata beffarda, quasi un pugno nello stomaco e insieme una necessità.

Detto ciò amiamo la cucina e soprattutto l’incontro che si realizza intorno alla tavola, dove possono nascere amicizie o rompersi rapporti consolidati, dove ci si appassiona, si litiga, ci si innamora, dove nascono le idee, dove si allentano le inibizioni….E Alessandro ha pensato questa mostra per Nuvole proprio perché nel cuore di Nuvole c’è anche una cucina: cucina, emozioni, colori, vita…

Tutti afflitti da una mutua passione per certi colori rossi, ocra, verdastri, quelli che rimangono in fondo ai piatti romani di terraglia bianca….. Salse. Salse che come la vita medesima appassionano, appesantiscono. Che sono come il succo stesso della vita. Con le sue ansie, i suoi passaggi, i suoi erotismi, i suoi deliqui…’. Così scriveva alcuni anni fa Philippe Daverio (nel presentare la mostra di Antonietta Raphael a Nuvole) per descrivere l’atmosfera della Scuola di Via Cavour ….

Niente di ‘strumentale’ quindi tra arte e cucina, nessuna dipendenza, nessun supporto dell’una all’altra bensì piena autonomia di due processi creativi dei quali non vorremmo mai fare a meno.


Alessandro Bazan, è nato nel 1966 a Palermo dove vive e lavora. Protagonista della Scuola di Palermo degli anni ’90. Oltre ad una serie di mostre personali e collettive nelle migliori gallerie italiane, é stato incluso nella lista degli artisti scelti dalla Farnesina per rappresentare l’arte contemporanea italiana. La Galleria Civica d’Arte Moderna di Palermo gli ha dedicato nel 2012 una personale. 


English text

 

ALESSANDRO BAZAN
15 OR 20 COOKED PAINTINGS

 

Opening: December 1, 2014 Monday - h 6 pm
Hours: Tuesday to Saturday – 11am|7 pm
Duration: from December 2 through February 28, 2015

 

Alessandro Bazan presents about twenty of his last works, oil paintings and drawings, conceived especially for Nuvole.What does he want to say? The answer is probably already in the title of the exhibition where irony and illusory lightness are taken from the artist character hiding a deep saturnine melancholy in his way to use art and outlook. Yes, because one might think about painting as a cooking event: you stir pigments with oil and strokes follow quickly or slowly in a procedure full of similarities.

But these 15 or 20 cooked pictures are not meant to be consumed, they will last as a set table or a set mind, if you prefer.
What we see is in-fact set up tables, convivia, bursting at the seams groceries: a representation of gastronomy as metaphor of psychological dimension of the soul trapped among desire and fear of life.

 

Art history is full of artist depicting convivia and its various hues. Looking at Bazan's paintings no one cannot recall Pieter Brueghel and his Battle of Carnival and Lent where crawling and anxious bodies, foods, tables and barrels are disseminated in the canvas like in a movie ante-litteram.And if you carefully look at Bazan's paintings you will see the same conflicts and forces in the same perspective: a sarcastic still life which is a punch in the stomach and our necessity in this age invaded by videos.

 

 Apart from that, we love cooking and gathering around a table where friendships and relationships can rise or definitely break out, where passions, quarrels, loves and ideas flow freely. Alessandro conceived this exhibition because in the earth of Nuvole there is a kitchen with its colours, emotions and life.

 

All afflicted by a mutual passion for certain red colours, ochres, greenish, those that remain at the bottom of Roman white pottery....Sauces. Sauces like passions and heaviness. They are like a juice of life, with its worries, paths, eroticism and swoons...”
In this way Philippe Daverio described the atmosphere of the School of Via Cavour while presenting the exhibition about Antonietta Raphael at Nuvole in 2007.

 

No specious relation or dependence among these two full independent creative procedures that we cannot get rid of.

 

Alessandro Bazan was born in 1966 where he lives and works. He is been a leading artist in artistic scenery (Scuola di Palermo) in the '90s. After many solo and group exhibitions in the best art galleries in Italy. Last solo exhibition was held in 2012 at the Modern Art Museum of the City of Palermo.


Sei qui: Home Exhibitions Exhibitions Alessandro Bazan - 15 o 20 quadri cucinati